Assicurazione sui mutui inpdap

Il regolamento per richiedere il mutuo INPDAP prevede anche che il soggetto richiedente stipuli delle polizze di assicurazione. In particolare è l’articolo 15 del regolamento che prevede una serie di regole da rispettare. Chi ha intenzione di acquistare una prima casa richiedendo un finanziamento all’INPS o chi deve ristrutturare un’abitazione o acquistare o costruire un posto auto o un box auto si deve impegnare a seguire le disposizioni del regolamento. Vediamo che cosa nello specifico viene stabilito.

Le disposizioni del regolamento per l’erogazione di mutui ipotecari dell’INPS

Nei dettagli a gestire tutta l’operazione sono le norme stabilite da alcuni commi. Ecco di che cosa si tratta:

  1. chi richiede il prestito deve obbligatoriamente assicurare un immobile contro i rischi di incendio, di fulmini o di esplosioni in generale. Se il richiedente non segue questa norma dalla data in cui viene firmato il contratto, può incorrere nella risoluzione del prestito e deve anche eventualmente provvedere a pagare i danni all’INPS;
  2. il richiedente deve trasmettere alla sede INPS che si occupa della sua pratica la copia del contratto di assicurazione;
  3. se si tratta di un finanziamento richiesto per la costruzione di un immobile, la polizza assicurativa entra in vigore dal giorno in cui viene concesso l’importo;
  4. il richiedente deve indicare il valore dell’immobile per la copertura assicurativa tenendo conto di quello che è stato indicato nella perizia effettuata;
  5. quando si stipula la polizza assicurativa, bisogna provvedere ad un pagamento anticipato. Il richiedente è obbligato a rinnovare la polizza fino alla restituzione del prestito;
  6. chi richiede il mutuo ha anche l’obbligo di comunicare eventualmente all’INPS la sua decisione di recedere dal contratto di assicurazione;
  7. il richiedente può stipulare una polizza assicurativa, decidendo anche a quale compagnia rivolgersi. La polizza deve comprendere la copertura anche per altri rischi, come l’invalidità permanente, quella temporanea o la perdita involontaria dell’impiego.

Quali sono le assicurazioni obbligatorie e quelle facoltative?

Chi sottoscrive il mutuo deve tenere conto di ciò che stabilisce il regolamento dell’INPS anche a proposito delle polizze di assicurazione da stipulare obbligatoriamente e di quelle che invece sono soltanto facoltative.

Nel primo caso si tratta di rischi di incendio, fulmini e scoppi. L’INPS obbliga a sottoscrivere la polizza a partire dalla data di inizio del contratto e la copertura deve valere per tutta la durata del prestito. Quindi il soggetto richiedente deve sempre assicurarsi di comunicare di volta in volta il rinnovo, fino a quando non avrà restituito la somma ricevuta per il finanziamento.

Quando sottoscrive la polizza, è anche obbligato a trasmettere una copia della stessa all’INPS. L’unica eccezione, per quanto riguarda l’entrata in vigore della copertura assicurativa, è rappresentata dalla costruzione in proprio della prima abitazione. In questa situazione la polizza decorre dal giorno in cui viene saldato l’importo.

Nel caso delle polizze facoltative, il mutuario ha l’opportunità di proteggersi da altri rischi, come quelli che abbiamo enumerato precedentemente e che riguardano l’invalidità e la perdita del lavoro.

Lascia un commento